Il brivido caldo degli alberghi di ghiaccio. Sempre più a portata di mano

Posti da vedere

Idee di viaggio / Posti da vedere 99 Views 0

Anche  Livigno, il piccolo Tibet lombardo, è pronta a offrire a chi non teme il freddo l’emozione di passare una notte in una suite di ghiaccio. L’Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort ha infatti appena aperto due Snow Suite (costruite e intagliate nella neve pressata dall’artista livignasca Vania Cusini. Due vere e proprie sculture da abitare, passando una notte magica avvolti in un sacco a pelo termico, mentre la temperatura si ferma a zero gradi anche se fuori il termometro scende a – 20. La più grande ha la forma di una  tipica casa della vecchia Livigno, con tanto di camino, gatto e  letto dalla testata intagliata. La più raccolta è una suite dall’acustica perfetta, votata alla musica, con il violino, il pianoforte e lo spartito musicale. Il tutto ovviamente di neve. Le due effimere suite sono prenotabili fino agli ultimi giorni di febbraio, quando le temperature inizieranno a salire trasformando i blocchi di ghiaccio in acqua.   Si amplia ulteriormente, dunque, l'offerta di queste particolarissime strutture temporanee invernali, un tempo limitata all'estremo Nord del pianeta, dalla Lapponia al Canada. Anche il Rifugio Bella Vista in Val Senales costruisce ogni anno due o tre igloo di ghiaccio che diventano accoglienti camere fino agli inizi di aprile, temperature permettendo. Si dorme in letti matrimoniali con pelli di pecora che proteggono dal freddo, coperti da sacchi a pelo da spedizione con un sacco interno in morbido tessuto di lino, cambiato regolarmente come se fosse il lenzuolo del letto. All’esterno una sauna finlandese e una vasca di acqua riscaldata.

Anche le Alpi francesi hanno i loro igloo dove alloggiare a contatto con la natura. Li gestisce la società Blacksheep e si trovano  a La Plagne, nella Savoia con vista sul Monte Bianco, e  a Chamrousse,  in posizione panoramica su Grenoble e la sua valle. 

La svizzera Igloo Dorf  costruisce ogni anno cinque villaggi di igloo a Davos,  Zermatt, Gstaad,  Engelberg e sullo Stockhorn. Gli interni sono decorati da artisti internazionali e in alcuni casi sono anche dotati di servizi privati e jacuzzi.

Il brivido caldo degli alberghi di ghiaccio. Sempre più a portata di mano

La Plagne, Savoia, interno di un igloo

Nel Tirolo austriaco si può alloggiare nei 18 igloo di ghiaccio del villaggio Alpeniglu, nello ski resort SkiWelt Wilder Kaiser – Brixental, facilmente raggiungibili a piedi dalla stazione superiore degli impianti di risalita Hochbrixen.

Naturalmente, chi avesse voglia di provare gli  ice hotel dei paesi scandinavi, dove sono nate le prime strutture di ghiaccio, può sempre contare sul grandi classici. Dal celeberrino hotel Jukkasjärvi in Svezia, che tra l'altro nasce ogni anno in forme diverse, al lussuoso Bjorli Ice Hotel in Norvegia fino all'insolito Kemi SnowCastle in Finlandia, un vero e proprio castello di ghiaccio dove alloggiare o solo passare alcune ore.

Comments